go to english site

Acciai Inossidabili

Laminati piani e nastri di acciai inossidabili ferritici (EN 10088)

Caratteristiche superficiali

Finitura standard da laminazione

Queste finiture superficiali si ottengono sul prodotto siderurgico direttamente in acciaieria durante la laminazione e i successivi cicli di trattamento.
Di seguito sono riportate le varie finiture con codificate secondo la norma AISI

Finitura n° 0
Prevede la semplice laminazione a caldo, seguita da trattamento termico.

Finitura n° 1
E' la tipica finitura delle lamiere laminate a caldo. E' ottenibile per laminazione a caldo, successivo trattamento termico di ricottura, ricristallizzazione o solubilizzazione secondo i tipi martensitici, ferritici e austenitici, seguita infine da un trattamento di decapaggio mediante uno o più bagni in soluzione acida per l'eliminazione della scaglia.
L'aspetto è grigio-argenteo opaco e risulta, al tatto, poco levigato

Finitura n° 2D (D = dull, opaco)
E' la finitura che si ottiene per laminazione a freddo con riduzione di spessore di almeno il 20% su nastri già laminati a caldo di finitura n° 1, trattate termicamente e decapate. Alla laminazione a freddo segue un trattamento di addolcimento (ricottura, ricristallizzazione o solubilizzazione secondo i tipi di inossidabili) e poi il decapaggio.
La superficie non è ancora riflettente, ma risulta più levigata della finitura n° 1, grazie alla laminazione a freddo subita. Inoltre lo spessore è molto più costante e con tolleranze più ristrette.
L'aspetto è grigio-argenteo, opaco e liscio.

Finitura n° 2B (B = bright, brillante)
E' la finitura ottenuta sui nastri di finitura n° 2D mediante laminazione pelicolare a freddo (skin-pass) con cilindri lucidi. Il suo aspetto è grigio-argenteo brillante ed è la finitura più diffusa per i laminati a freddo.

Finitura BA (BA = bright annealed, ricottura brillante)
E' la finitura dei laminati a freddo ottenuta per trattamento termico di ricottura, ricristallizzazione o solubilizzazione secondo i casi, in atmosfera inerte (indicativamente ammoniaca dissociata) dopo la laminazione a la successiva sgrossatura. Dato il particolare trattamento termico, il materiale non viene ossidato e quindi non è necessario il decapaggio, mantenendo così quell'aspetto molto lucido e brillante(speculare) tipico della laminazione a freddo. Prevenendo la formazione di ossidi, viene a mancare la decromizzazione poi evidenziata dal decapaggio. Viene a mancare così ogni possibile alterazione sul più importante degli elementi in lega, il cromo, la cui concentrazione superficiale resta quindi uguale a quella all'interno del materiale

Finitura superficiale

Lo stato superficiale degli acciai inossidabili ha una notevole importanza, non solo per fini estetici, ma anche e sopra tutto nei riguardi della resistenza intrinseca dello stesso acciaio nei confronti della corrosione interna.
In linea generale possiamo dire che la resistenza alla corrosione sarà tanto più elevata quanto maggiore risulterà la levigatura della superficie, ovvero quanto minore sarà la rugosità superficiale dell'elemento costruito in acciaio inossidabile.
Esistono quindi delle regole che codificano, almeno per i tipi di prodotti più diffusi, un certo numero di finiture che sono definite "standard".
Esse possono essere suddivise in tre tipi:

  1. Finitura standard per abrasione
  2. Spazzolatura S.B. (Scotch Brite)
  3. Spazzolatura antimpronta

Finitura standard per abrasione
Queste finiture si effettuano sugli acciai inossidabili con l'ausilio di abrasivi di opportuna granulometria. Oltre alle finiture standard previste dalla normativa esistono anche delle finiture non standard, non classificate da normative, ma realizzate per scopi specifici.
Di seguito sono riportate le descrizioni delle varie finiture codificate secondo la norma AISI e quelle secondo le finiture proposte dalla Gavinox.

Spazzolatura S.B. (Scotch Brite)
Questo tipo di finitura superficiale unidirezionale è ottenuta mediante spazzolatura.
Utilizzando del materiale abrasivo, si provocano delle incisioni/scalfitture della superficie dell'acciaio fino ad una certa profondità.
La spazzolatura viene eseguita con apposite spazzole a grana media, fine o extrafine a seconda del risultato finale desiderato.

Spazzolatura antinpronta



Back